Consapevolezza e realtà

Consapevolezza e realtà sono 2 cose ben distinte.

Consapevolezza e realtà sono 2 cose ben distinte.

Ci sono persone che sono consapevoli di ciò che fanno, ma non gli è reale.

Se tu chiedi ad un criminale di professione: “Secondo te, quello che fai è una cosa che fa del bene?” Se non è completamente sotto terra ti risponde : “No”. Lui sa in cuor suo che ciò che fa non va bene, MA NON GLI È REALE, è per questo che continua a farlo.

La consapevolezza è il rendesi conto del ciò che è.

La realtà invece non è altro che il VEDERE e quindi il condividere l’accordo che si ha su qualcosa.

Queste 2 cose si trovano in 2 spazi diversi nella mente di una persona ed è solo quando si uniscono che la persona integra in sé questo tutt’uno e lo fa suo.

Quindi, tornando all’esempio di prima, lui continuerà la sua carriera criminale fintanto che non realizzerà CIÒ CHE STA FACENDO VERAMENTE.

La consapevolezza ha a che fare con l’aspetto mentale-spirituale, mentre la realtà con l’aspetto mentale-materiale, con ciò che avviene nell’universo fisico.

Ci sono moltissimi esempi nella vita: prendiamo una ragazza che vuole dimagrire, ma che invece continua ad abbuffarsi con cibo spazzatura, lei sa (consapevolezza) che non va bene ciò che fa, ma non lo sta toccando con mano, non si sta scottando, non gli è reale.