Violare le leggi della vita

Violare le leggi della vitaViolare queste leggi sembra una pazzia, ma quando l’uomo si renderà conto che non c’è solo lui in questo universo, si renderà conto che le leggi della vita non valgono nulla.

Innanzitutto deve rendersi conto che:

  1. Lui come essere spirituale ha le proprie leggi
  2. la sua mente ha le proprie
  3. l’universo fisico impone le proprie senza sconti

Detto questo si può iniziare a capire che TU sei un essere spirituale, non qualcos’altro.

L’arma più potente che tu hai è la legge dell’affinità, questa legge è superiore a qualsiasi altra cosa, è una legge innata in te, devi solo imparare ad usarla.

Il segreto è essere in grado di “occupare lo stesso spazio” e quando tu sarai in grado di fare ciò con qualsiasi cosa, tu diventerai quella cosa, non importa cos’è, TU in quel momento sarai quella cosa.

Il criticismo aberrato deriva dal fatto che non si è in grado di occupare lo stesso spazio di qualcosa o qualcuno, in questo modo cerchi di ributtare verso qualcosa la tua incapacità di essere quella cosa tentando di affibbiarle la responsabilità del tuo fallimento, e ciò significa non essere stato in grado di diventare quella cosa e cioè: occuparne lo stesso spazio.

Questa legge sta alla base di fallimenti, disaccordi, guerre, ma anche di relazioni divine…vedi quanto è potente la legge dell’affinità?

Uno potrebbe dire: “Ho fallito perché non sapevo come fare la cosa, non avevo dati”. Giustissimo, ma nel momento che ti sei reso conto di non avere dati, avresti dovuto prima cercarli, assimilarli, integrarli in te, comprenderli…vedi, anche qui è in atto la legge dell’affinità.

Tutto parte da li: occupare lo stesso spazio. Questa è la magia della vita e al diavolo tutte le altre leggi!