Disintossicazione, la trappola

Disintossicazione, la trappola

La perfetta macchina umana chiamata corpo ha principalmente 2 compiti che esercita 24 ore al giorno e per tutta la vita:

  1. Disintossicarsi
  2. Rigenerarsi

Il punto 2 è ovvio a tutti, se il corpo non fosse in grado di rigenerarsi, più nessuno crescerebbe mai.

Il punto 1 è una lama a doppio taglio e va innanzitutto conosciuta e poi gestita.

Io penso che quasi tutta la popolazione terrestre mangia più per abitudine che per vera fame, perché? Perché confonde i richiami mentali con la fame, è questa la trappola.

Durante la disintossicazione entrano in circolo le tossine che poi il corpo espelle con i vari canali che ha a disposizione es: pelle, polmoni, reni ecc ecc. e il punto è proprio questo, è qui dove casca l’asino, è questo il punto chiave da confrontare. 

Quando ero piccolo avevo trovato un modo per farmi passare la febbre velocemente: mangiavo e dopo un pò la febbre spariva. A quel tempo pensavo fosse una buona soluzione, non sapevo che stavo invece interrompendo un alto processo disintossicante da parte del corpo.

Se tu non hai questa conoscenza ti farai abbindolare per tutta la vita dalle immagini mentali che ti crea il processo di disintossicazione, questo processo può essere anche disagevole e creare malesseri vari, quindi uno poi mangia e scopre che si sente meglio, perché? Perché il cibo che ha introdotto ora diluisce le tossine in circolo e crea sollievo.

Poi però si lamenta perché ha chili di troppo, patologie ecc ecc. questo perché non ha mai confrontato il processo di disintossicazione fino in fondo.

Il corpo manda i suoi segnali, resiste, ma se continui a trattarlo male prima o poi ti presenta il conto sottoforma di malattia e morte.

Come aiutarlo? Introducendo cibi nutrienti e pulenti prevalentemente naturali e vedrai che poi anche l’intestino si rimetterà in moto.

In questo articolo il dott. Herbert Shelton spiega la differenza fra fame e appetito