Comprendere Dio

Noi siamo l'estensione di Dio
Le Scritture indù affermano che Dio è al di là della comprensione della mente e dell’intelletto, quindi la mente umana è incapace di comprendere ciò che è al di fuori dei propri parametri che sono poi i parametri dell’universo fisico.

La domanda: “Chi fece Dio?”, sorge solo perchè la mente è incapace di comprendere QUELLO che non ha nè principio nè fine.

Ma è anche pur vero che noi siamo un’estensione di Dio, quindi come la mettiamo? Se è vero che siamo un tutt’uno (corpo, mente, Dio, spirito) come può la mente non comprendere Dio visto che noi siamo una parte di lui?

La risposta è scritta nel primo paragrafo.

Se vogliamo comprendere Dio dobbiamo innanzitutto uscire dallo stato di essere umano, elevarsi.

La vita terrena esiste proprio per questo, ma sembra che l’uomo sia più portato a crearsi trappole su misura…così poi deve vivere per poterne uscire, a meno che non si renda conto che la vita è un’illusione ed incominci gradualmente ad avere qualche barlume di illuminazione che lo porta più sù.

Se è vero che Dio è in tutti è anche vero che non esiste una strada unica ed uguale per tutti, ognuno deve trovare la propria.